Super Model

Stampa

Super ModelSuper Model è l'insipido remake hongkonghese del divertente Zoolander, con Ronald Cheng - cui l'ormai autolesionista Vincent Kok continua a dare fiducia - che impazza sullo schermo scimmiottando senza successo Ben Stiller. Anche lui è un fotomodello che rivaleggia con un collega ugualmente in ascesa (Sammy Cheng, dal look magnetico) e che sulla propria strada trova un terzo incomodo - una poliziotta invece di una giornalista - che lo aiuta a sventare un complotto criminale. Kok continua a perdere credibilità puntando su un comico acerbo, che ancora non vale le parti da protagonista che il suo potenziale tuttora inespresso - buona mimica, parlantina, facilità di improvvisazione, capacità di attaccarsi ai luoghi comuni cantonesi del momento: in fieri le stesse basi di Stephen Chiau - ancora non giustificano.
Non bastassero i limiti del leader (poco) carismatico, anche il contesto eccessivamente frivolo costituisce un fattore negativo. Invece di perorare la causa di una demenzialità frenetica e vivace, ne frena per contrappunto la carica comica, poco credibile perché costantemente sopra le righe. La strada intrapresa con l'outsider Dragon Loaded 2003, che almeno aveva la scusante di sembrare un esperimento girato in fretta, non ripaga il pubblico, gli investitori (nonostante due settimane iniziali col botto) e la critica, cui offre un osso fin troppo facile da spolpare e fare a pezzettini. In un ambiente fuori controllo, smodato e sboccato risulta inevitabilmente a disagio Karena Lam, attrice drammatica, seriosa, che dimostra mille limiti quando prova a prendersi in giro. Per rifarsi nome e credibilità, l'ex autorino sottovalutato, che perdendo il tocco ha dato ingiustamente ragione ai suoi denigratori, dovrà sudare non meno di sette camicie.

Hong Kong, 2004
Regia: Vincent Kok
Soggetto / Sceneggiatura: Ye Nianchen, Vincent Kok
Cast: Ronald Cheng, Karena Lam, Sammy Leung, Sam Lee, Rain Li

Joomla SEF URLs by Artio