Killers from Beijing

Stampa

Killers from Beijing Inevitabilmente, dopo anni di emozioni e originalità, il cinema d'azione hongkonghese arriva al suo minimo storico: Killers from Beijing è l'apice negativo di una parabola discendente che pare inarrestabile. Oggi siamo di fronte ad una situazione di sconcertante lassismo dove i mestieranti sono abbandonati a se stessi da produttori privi di mezzi e di scrupoli. Killers from Beijing è la conferma dello scarso talento exploitation di Bowie Lau, ex uomo di fatica e direttore di produzione con il fattore b-movie nel sangue e davvero poche pretese di lasciare il segno.
Non sconcerti la povertà con cui è stata realizzata la pellicola, con molto meno gente più abile ha tirato fuori opere prestigiose. Piuttosto ci si deve meravigliare di come siano state sfruttate male le poche potenzialità: il cast, per dirne una, non sarebbe da buttare via. Lau torna con la mente agli anni ottanta, ai polizieschi dove vendetta e pistole convivono indissolubilmente: Killers from Beijing nasce vecchio e dopo un inizio pessimo è impossibile che riesca a risollevarsi. Trama risibile: quattro soldati, letali in combattimento, sono cacciati senza apparente motivo dalle fila dell'esercito cinese e finiscono nelle mani di un doppiogiochista hongkonghese in cerca di bassa manovalanza. Colpiti a tradimento e decimati, gli ex commilitoni rientrano in patria ma hanno in mente solo la vendetta.
Annegando nella banalità, lo sceneggiatore Cheng Kim Fung, altro abbonato alla serie z, mette in piedi un baraccone che non regge l'ora e mezzo e che si affossa dopo mezz'ora di stereotipi ai limiti del razzismo. E' un film brutto, girato male e recitato peggio. Sorprende che gente rodata come Chin Kar Lok o Patrick Tam sia così svogliata e mal impiegata. Non c'è la benché minima traccia di tensione emotiva, le sparatorie sono telefonate e la prevedibilità è ai massimi storici.

Hong Kong, 2000
Regia: Bowie Lau
Soggetto / Sceneggiatura: Cheng Kim Fung
Cast: Patrick Tam, Chin Kar Lok, Michael Tong, William Duen, Joe Ma Tak Chung

Joomla SEF URLs by Artio