Cantonese Melodrama 1950-1959

Scritto da Matteo Di Giulio. Postato in LIBRI

Per festeggiare la decima restrospettiva dell'Hong Kong International Film Festival il relativo catalogo si occupa per la terza volta di cinema popolare cantonese, restringendo l'ambito della ricerca al solo melodramma, a dire il vero uno dei generi portanti dell'intero movimento. L'approccio è quanto mai dispari: si alternano articoli di inquadramento universale - l'introduzione del curatore Li Cheuk-to, Archetypes and Variations - Observations on Six Cantonese Films di Law Kar, il saggio fotografico The Melodramatic Point of View di Roger Garcia, gli altrettanto incisivi Our Frail Beauty di Wong Aing-ling e A Time for Tears di Law Wai-ming - a biografie e profili monografici. E' questo il caso di Radio Plays and Cantonese Cinema e A Case Study of Li Wo, entrambi di Ng Ho, dedicati alle frequenti trasposizioni su grande schermo dei serial radiofonici in auge nell'immediato dopoguerra; di A Preliminary Study of Lee Sun-fung di Li Cheuk-to, di The Father-Son Cycle - A Critique of the Thematic Continuity in Cantonese Cinema di Stephen Teo. Più che mai importanti le note biografiche, curate da Yu Mo-wan, che ridanno nome e gloria a volti ormai dimenticati, se non addirittura ancora sconosciuti, e le schede dei 26 titoli presentati nella rassegna parallela, con un occhio di riguardo a Lee Sun-fung, ben rappresentato dai suoi immortali capolavori come Spring, Cold Nights o Broken Spring Dreams. Lo stesso Yu Mo-wan, in compagna di Tsang Gar-yan, traccia una filmografia completa di tutti i mélo - divisi per anno e catalogati per titolo, regista e casa di produzione - usciti nel periodo preso in considerazione dalla retrospettiva.

Autore: AA.VV. (a cura di Li Cheuk-to)
Casa Editrice: The Urban Council
Anno: 1986
Prezzo: HK$ 53
Pagine: 164
ISBN: 962-7040-55-10

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla SEF URLs by Artio