how to buy viagra from boots viagra y otras pastillas how much does cialis cost per pill antabuse how soon after drinking yohimbe viagra combination take viagra sublingual

"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

Asian Connection

Asian ConnectionLee e Mike, due poliziotti dai metodi sbrigativi, perdono cinque milioni di dollari della polizia in un'operazione anti-droga riuscita male. Spediti in fretta e furia a Taipei dal loro superiore, i due reincontrano per caso l'uomo che gli ha scippato il malloppo: seguendone le sue tracce Mike riesce fortunosamente a infiltrarsi in una banda di pericolosi narcotrafficanti guidata dal ricercato Chen Jian-shui. Lee, nel tentativo di tirare fuori l'amico e collega da una brutta situazione, è costretto a scendere a patti con le forze dell'ordine locali, rappresentate dal burbero commissario Ma e dalla sua bella assistente, da cui è malvisto per le libertà che si prende in servizio pur di perseguire i suoi scopi.
Asian Connection è il classico poliziesco di metà anni '90: va subito al sodo, sfrutta location insolite (Taiwan, un trend nel periodo) e un cast affiatato (emergenti e caratteristi in quegli anni spesso stretti intorno al protagonista Lee: Michael Chow, Ricky Yi, Blacky Ko, il villain locale Jack Kao e un giovanissimo Nick Cheung), esibisce il machismo e la violenza che caratterizzano gran parte delle produzioni in cui fa capolino il nome di Danny Lee (compreso il sempiterno discorso sui limiti dei poteri della polizia) e mette in scena scene d'azione spericolate e sparatorie mozzafiato. La regia, in condivisione, è di David Lam e Yuen Tak - a quest'ultimo toccano soprattutto gli aspetti tecnici legati ad acrobazie e stunt -, veterani di polso, affidabili e in grado di realizzare un prodotto facilmente commerciabile, senza fronzoli, preciso ed efficace. Dietro la facciata professionale, assolutamente non impersonale, fanno un figurone la fotografia del bravissimo Ko Chiu Lam - mette letteralmente in cattiva luce le notti selvagge di Taipei - e la sceneggiatura di Wong Ho Wa, che preferisce rischiare un approccio diverso sottolineando efficacemente i complicati rapporti di forza (non senza ironia: i serrati scambi di opinione tra l'hongkonghese Lee e il taiwanese Ma che sfociano in maniera sottile nel reciproco apprezzamento) e sfumando nella tragicommedia i personaggi più delicati (in grande forma Michael Chow, undercover per necessità, eccellente giocatore d'azzardo). Il risultato è nettamente superiore alle aspettative dei palati più raffinati ma contemporaneamente in grado di soddisfare gli amanti del noir duro e diretto.

Hong Kong, 1995
Regia: David Lam, Yuen Tak
Soggetto / Sceneggiatura: Wong Ho Wa
Cast: Danny Lee, Michael Chow, Chan Chung-yung, Jean Wang, Blacky Ko

Free Joomla templates by L.THEME