cialis users avodart hair loss reviews edonline pills medicine products erectile dysfunction herpes from valtrex clomid effects on bpa in humans viagra von bayer viagra social anxiety

"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

Bullets Over Summer

Bullets Over Summer

Incaricati di sorvegliare il rifugio del killer Dragon, gli agenti Mike e Brian trascorrono alcuni giorni attendendo il criminale. L’abitudine a una nuova quotidianità innesca in loro il principio di un cambiamento, fino alla formazione di un bizzarro nucleo pseudo-familiare.

Nella sua natura di film minore e girato con un budget minimale, Bullets over Summer è una sorta di exemplum (in positivo) del cinema di Hong Kong a cavallo dei due millenni. Susseguente allo handover, ma guidato dai postumi di quell'urgenza di girare tutto quel che si potesse girare prima di un futuro incerto e nebuloso, il film di Wilson Yip trasforma la necessità in virtù.

Dopo aver scandagliato il cinema di serie B negli anni Novanta, sperimentando talvolta in maniera ardita, Yip si misura con l’hard boiled, mantenendo il dovuto distacco. Detto tutto o quasi su triadi e noir nei '90, scandagliato il cinema di genere in tutte le salse, non resta che infondere maestria e naturalezza nelle coreografie di balletti di piombo, al servizio di un cinema umile, attento al quotidiano e al punto di vista dei ceti meno abbienti, accatastati in condomini dispera(n)ti. Sorveglianza… speciale (Stakeout, John Badham, 1987) e il suo appostamento con complicazioni sentimentali è poco più di una traccia per l’elaborazione di Yip, che trasforma un'estate di pallottole in una scoperta dell'amore, della paternità, di identità nascoste da limiti autoimposti o da obblighi professionali, mentre mélo, action, commedia e buddy movie si alternano fino a confondersi. Un mélange di registri che solo una mano ferma come quella di Wilson Yip può condurre in maniera efficace e calibrata, preparando il terreno al vertice creativo di Juliet in Love.

Cast al top: Francis Ng è perfetto nei panni del poliziotto esperto, con un rigido codice etico e un cuore grandissimo; Louis Koo altrettanto in quelli del rookie impulsivo e donnaiolo. Quanto a regia, i piani sequenza e i virtuosismi di Yip insistono sulla sperimentazione spregiudicata di Bio Zombie: la sequenza della rapina al 7-11, sventata grazie a un sacchetto di patatine, o della monetina che corre sui tetti prima di atterrare nel taschino di una camicia entrano di diritto nella galleria di memorabilia del cinema di Hong Kong.



Hong Kong, 1999
Regia: Wilson Yip
Soggetto / Sceneggiatura: Matt Chow, Wilson Yip, Cheung Man
Action director: Adam Chan.
Cast: Francis Ng, Louis Koo, Michelle Saram, Stephanie Lam.

Free Joomla templates by L.THEME