viagra blau sehen was ist besser levitra or cialis generic viagra men can you take viagra high blood pressure medication other thigns besides viagra dirty jokes about viagra

"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

Those Were the Days

Those Were the DaysSembra una barzelletta di cattivo gusto - Wong Kar-wai torna indietro di trent'anni, diventa amico delle star cinematografiche del periodo (Josephine Siao, Connie Chan, Cho Tat-wah, Lydia Shum - en travesti! -, Patrick Tse, Lui Kei, Nancy Sit), dispensa loro consigli utili su come fare carriera e, visto che c'è, gira tre film intellettuali che non piacciono a nessuno -, eppure diverte. Previa conoscenza (anche approssimativa) della storia degli oldies goldies cantonesi di fine anni sessanta (i nomi dei personaggi sono solo leggermente diversi) per poter capire spirito e citazioni e per sintonizzarsi su frizzi e lazzi. Film pop, commedia post-moderna (nel senso più deteriore e comico possibile), irriverente atto di nostalgia per il passato su grande schermo, del tutto diverso, quanto a intenzioni, da The Golden Girls, e molto più affine, anche se meno raffinato, a 92 Legendary La Rose Noire. Le parodie - più che i singoli film1, sono i personaggi dello star system a essere messi alla berlina - sono scatenate, i rimandi e le interazioni improbabili, l'autoreferenzialità incontrollata. Ai limiti dell'esercizio di stile (demenziale), tutto sommato ben scritto, Those Were the Days - ricavato da una vecchia serie televisiva della TVB, Old-Tim Buddies - vanta un ottimo cast, con tanti attori disposti a calarsi in panni altrui con grande ironia. Domina sornione Dayo Wong, impareggiabile nei panni dell'autore per eccellenza del cinema di Hong Kong. Attrici un po' sprecate, soprattutto Shu Qi e la Maggie Cheung minore; va meglio alla sempre simpatica Monica Chan. Regia anonima dal buon ritmo; trovate volgari ma efficaci. Da non dimenticare: la versione di Wong Kar-wai dei classici cantonesi; l'incontro nel camerino doppiato al momento; i continui scontri tra Wong Jing e Wong Kar-wai, con improbabile svolta mélo; il finale citazionista. Stupida, forse anche insipida, ma in un panorama poco ispirato Those Were the Days finisce, tra mille lacune, per lasciare il segno. Tante accuse, insinuazioni, pettegolezzi e fatti veri romanzati da noi sarebbero assolutamente inaccettabili.

Note:
1. Identificare tutti i rifacimenti (e tutti i nomi coinvolti: il più autolesionista è Chor Yuen nel ruolo di se stesso!) è impresa ardua. Tra le mille pellicole rivisitate si riconoscono facilmente The Black Rose, Young and Dangerous, He's a Woman, She's a Man, Buddha's Palm (e seguiti), Ashes of Time, Days of Being Wild, oltre alla serie di cinquanta e passa episodi su Wong Fei-hung con protagonista il veterano Kwan Tak Hing.

Hong Kong, 1997
Regia: Dick Cho
Soggetto / Sceneggiatura: Not a Woman
Cast: Dayo Wong, Francis Ng, Law Ga Leung, Maggie Cheung Ho Yee, Shu Qi

Free Joomla templates by L.THEME