where to buy viagra without prescription cuanto esta la viagra viagra domain name como hace mejor efecto el viagra medikament wie viagra donde comprar viagra en asturias

"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

Cantonese Cinema Retrospective (1960-1969)

Il catalogo della retrospettiva organizzata da Shu Kei in occasione del sesto Hong Kong International Film Festival è davvero stuzzicante. Interamente dedicato, come il titolo fa chiaramente presagire, al cinema cantonese degli anni '60, Cantonese Cinema Retrospective (1960-1969) è un excursus di raro valore su un periodo ancor oggi sottovalutato all'interno della storia del cinema di Hong Kong. Dopo le necessarie introduzioni (tre articoli di Shu Kei, Lai Kit e Lin Nien-tung), fondamentali per inquadrare un periodo vivace e variegato, si passa a una serie di saggi monografici ragionati sui fenomeni più interessanti di quel momento. Apre le danze Yu Mo-wan che introduce l'opera omnia targata Zhuolian Film Company (alias Union Film Enterprise), una delle case di produzione trainanti a cavallo tra i decenni '50 e '60, quindi tocca a Li Cheuk-to analizzare in due riprese (intervista + profilo) il lavoro di regista di Chu Kei, artigiano dalla filmografia sterminata. Lau Shing-hon analizza il rapporto tra il maestro (Chun Kim) e l'allievo (Chor Yuen) e le rispettive preferenze all'interno di un percorso decisamente autoriale. Law Kar e Law Wai-ming percorrono il cammino di Patrick Lung Kong, attraverso l'analisi di sei pellicole da lui dirette e tramite le sue stesse parole, in un'esaustiva intervista. Tian Yan cerca un approccio ancora più specifico andando a fare due chiacchiare con il direttore della fotografia più voga del periodo, Wen Gui; idem per Leong Mo-ling che cerca con l'esegesi di un'unica pellicola (How to Get a Wife di Chun Kim) di riassumere canoni e stereotipi del decennio. A livello più generale intervengono i saggi di Roger Garcia, The Natural Image, e ancora di Shu Kei, A Postscript to the Cantonese Cinema Retrospective (1960-1969), che lasciano in ultima istanza la parola ai film presentati al pubblico - ben 24 gemme, con particolare attenzione ai succitati Chun Kim, Chor Yuen, Lung Kong e Chu Kei - e alle biografie delle personalità più eminenti di quegli anni, da Patrick Tse a Ng Cho-fan, da Nam Hung a Ng Wui.

Autore: AA.VV. (a cura di Shu Kei)
Casa Editrice: The Urban Council
Anno: 1982
Prezzo: HK$ 45
Pagine: 194
ISBN: 962-7040-52-5

Free Joomla templates by L.THEME