Project Gutenberg

Scritto da Emanuele Sacchi. Postato in FILM

Project Gutenberg

Lee Man viene arrestato dopo una lunga ricerca della polizia: è l’uomo più vicino al Pittore, falsario e omicida a piede libero, di cui si ignora l’identità. Al commissariato Lee racconta tutta la storia, sin da quando ha abbandonato fidanzata e mondo dell’arte per seguire il Pittore e dedicarsi al crimine.

Di certo le sorprese non mancheranno in Project Gutenberg: oltre questo assunto è impossibile spingersi, salvo rischiare di rovinare le medesime. Che poi si tratti di colpi di scena a tutti gli effetti è faccenda soggettiva, che dipende dal grado di malizia dello spettatore. Probabilmente uno anche minimamente cinefilo coglierà per tempo i sintomi di una specifica svolta narrativa.

Hong Kong Film Awards: miglior film a Project Gutenberg

Postato in NEWS

Felix Chong

E' stata la serata di Project Gutenberg, come atteso da molti, ai 38.mi Hong Kong Film Awards: 7 premi su 17 nomination, tra cui Miglior film e Miglior regia. Il film di Felix Chong brilla in una serata dominata da volti nuovi ed emergenti e da un veterano come Anthony Wong, che ruba la scena tornando a vincere come Miglior attore per Still Human. Gli ultimi premi vinti da Wong risalgono ai tempi di Beast Cops The Untold Story, classici della Hong Kong anni 90. Miglior attrice è risultata invece Chloe Maayan, per il tour de force sexy di Three Husbands.

Tutti e tre i film - Project Gutenberg, Still Human e Three Husbands - saranno presenti nella selezione del prossimo Far East Film Festival di Udine, dal 26 aprile al 4 maggio.

Tra i nomi nuovi i vincitori come migliore attore e attrice non protagonista per Tracey, storia del coming out di un uomo che rivela di essere transessuale. Solo premi tecnici invece per Operation Red Sea di Dante Lam. Per la Cina invece (categoria Miglior film di Cina e Taiwan) vince Dying to Survive, commedia drammatica su un malato di leucemia che vende sottobanco farmaci per curare il cancro.

Di seguito l'elenco completo dei vincitori:

Far East Film Festival 21: presentata la line-up

Postato in NEWS

MasterZ

Sabrina Baracetti, presidente del Far Est Film Festival di Udine, e il Festival coordinator Thomas Bertacche hanno presentato oggi la line-up della ventunesima edizione, che si aprirà venerdì 26 aprile con l'anteprima mondiale del dramma coreano Birthday e si chiuderà sabato 4 maggio.

76 i titoli in programma, di cui 51 in concorso, provenienti da 12 cinematografie. 3 le anteprime mondiali e 14 le opere prime. Ospiti d'onore la super diva cinese Yao Chen e il super divo hongkonghese Anthony Wong, che ritirerà il Gelso d'Oro alla Carriera.

Alla conferenza stampa sono intervenuti Paolo Vidali, presidente del Fondo per L’Audiovisivo del Friuli Venezia Giulia, Fabrizio Cigolot, assessore alla Cultura del Comune di Udine, Maurizio Franz, assessore al Turismo del Comune di Udine, Francesca Laudicina, assessore al Bilancio del Comune di Udine, e il critico Giorgio Placereani.

Di seguito la line-up hongkonghese, che vede schierati 8 film in concorso e uno nell'omaggio a Anthony Wong.

 

 

Far East Film 21: ci sarà Anthony Wong

Postato in NEWS

FEFF 21

Le prime anticipazioni sulla 21ma edizione del Far East Film Festival, che si terrà a Udine dal 26 aprile al 4 maggio, hanno già fatto crescere un'attesa febbrile per l'evento. Hong Kong è nuovamente protagonista, grazie a un ospite d'eccezione. Sarà l'iconico attore Anthony Wong a ritirare il Gelso d'Oro alla carriera e a dare lustro al festival.

A Udine vedremo il suo film d’esordio, una perla rara come My Name Ain't Suzie di Angie Chan, datato 1985, e il recentissimo Still Human, pluricandidato agli Hong Kong Film Awards. 

Due film che non potrebbero essere più diversi (la risposta cinese a Il mondo di Suzie Wong, dramma sentimentale con William Holden, e il diario contemporaneo, meravigliosamente intenso, di un uomo e della sua domestica). Due film che scandiscono il tempo di un attore straordinario, un divo, una leggenda, ma anche di un’intera generazione di spettatori cresciuti amando l’Asia e il Far East Film Festival.

Far East Film 21: in anteprima la commedia sexy di Fruit Chan

Postato in NEWS

FEFF 21

Sesso e satira sociale in Three Husbands, nuovo film di Fruit Chan, che sarà al Far East Film Festival di Udine in anteprima europea: una metafora audace e potente della realtà di HK.

Ospite del FEFF 21 la protagonista Chloe Maayan, attrice simbolo della new generation cinese. Un’amicizia - quella tra Fruit Chan e il Far East, fatta di cinema: The Longest Summer è uno dei titoli che componevano la line-up del primissimo FEFF, nel 1999. Un’amicizia fatta di sogni condivisi: il FEFF ha prodotto, due anni fa, il restauro 4K di Made in Hong Kong, super cult anarchico, indipendente e (ormai) invisibile. Ecco perché annunciare un titolo di Fruit Chan rappresenta sempre un evento.

Hong Kong Film Awards: tra le nomination svetta Project Gutenberg

Postato in NEWS

Project Gutenberg

Abbondano i debuttanti nell’inconsueta lista di candidature dei prossimi Hong Kong Film Awards: nomi nuovi, linfa vitale fresca per ridare vita al cinema di Hong Kong. D’altronde da diversi anni gli HKFA rappresentano molto più che una semplice serata di onorificenze e lustrini. Il caso Ten Years, schiaffo istituzionale alla Cina, vale per tutti: un premio coraggioso – e meritato – che ha posto l’attenzione di tutti sul nuovo cinema di Hong Kong e sul suo unico senso possibile negli anni Dieci del nuovo millennio. Un significato politico.

Difficile che si ripeta un altro caso Ten Years, visto che il più serio candidato alla vittoria quest’anno è un film di intrattenimento, una grossa (co)produzione come Project Gutenberg. 17 le nomination conseguite dal film – ovvero una in tutte le categorie in cui era eleggibile - per il film diretto da Felix Chong (co-regista della trilogia Overheard) e interpretato da due superstar come Chow Yun-fat e Aaron Kwok. A parte il caso Project Gutenberg, le nomination sono dominate da film diretti da registi esordienti. Tra questi Men on the Dragon (11 nomination), il dramma su tematiche di gender switch Tracey (9 nomination), o il toccante racconto sul rapporto tra una badante e il suo paziente Still Human, impreziosito dalla presenza di un veterano come Anthony Wong.

Nella categoria di miglior film, comunque spazio anche a qualche habitué come Dante Lam con il suo Operation Red Sea – action bellico ad alto budget e di grande successo, coprodotto con la Cina – e a Fruit Chan, corrosivo e anticonformista come sempre in Three Husbands, commedia sexy e insieme satira su usi e costumi dei sino-hongkonghesi odierni.

La cerimonia di premiazione si terrà domenica 14 aprile all’Hong Kong Cultural Centre di Tsim Sha Tsui. Di seguito le nomination principali:

Joomla SEF URLs by Artio