"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

9413

9413Francis Ng è attore molto apprezzato: come tanti colleghi decide di provare a dirigere in prima persona. Il debutto con 9413, sulla carta un poliziesco non differente da tanti noir che affollano il panorama cantonese; in realtà il progetto ambizioso di un autore in cerca del proprio stile. Smash-Head è un poliziotto alla deriva, dopo la morte del suo compagno e di un ostaggio colpito accidentalmente; il suo capo, Kar, copre continuamente le sue bravate e la sua unica certezza sembra essere Mandy, con cui ha un legame sensuale e morboso. L'incontro con una psicologa è il preambolo della redenzione e l'unica possibilità di ritrovare la serenità perduta.
La sceneggiatura di Sandy Shaw è molto originale, tanto più per come affronta gli argomenti e per come ne sviscera in maniera credibile le derive incarnandole nella psicologia dei personaggi. Ng è libero di giganteggiare, occupa da solo tutte le scene: per fortuna l'eccessivo carico sul protagonista non mette in ombra il resto. Con grande senso della misura si è lavorato per sviluppare, con piccoli e graduali movimenti, anche le parti meno esposte. Diventano quindi rilevanti Amanda Lee e Christine Ng, capaci di ritagliarsi un proprio spazio con garbo e concretezza.
La regia inquieta di Ng completa il quadro: il suo modo di muovere molto la macchina e di cercare inquadrature ardite denota sicurezza. Inevitabile una caduta nella seconda metà, che perde il tono surreale e tragicomico e si banalizza, salvo ritrovare nel finale la verve necessaria. L'approccio curioso di Francis regista parte da un grande amore per la città dove vive e lavora: Hong Kong è splendida, merito soprattutto della fotografia in notturna di Herman Yau, che oltretutto produce. Anche nei momenti meno intensi si riesce a evitare l'effetto cartolina. La saturazione e la partecipazione dello sguardo mascherano l'estrema povertà: la pellicola è stata girata in quattordici giorni con quattro attori. Importante il ruolo della colonna sonora, che ad eccezione di una canzone di Kenny Bee sui titoli di coda, è di gusto marcatamente occidentale.

Hong Kong, 1998
Regia: Francis Ng
Soggetto / Sceneggiatura: Sandy Shaw
Cast: Francis Ng, Christine Ng, Amanda Lee, Fredric Mao, Stephen Ho

Free Joomla templates by L.THEME