"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

A Chinese Tall Story

A Chinese Tall StoryTripikaka deve salvare il suo fedele re scimmiotto Sun Wukong e gli altri discepoli catturati a Shache dai demoni, ma anche lui ha il suo bel da fare con Meiyan, una non proprio leggiadra fanciulla-rettile incerta tra i sentimenti d’amore e gli istinti famelici della sua specie, che gli fa passare molteplici guai nelle alte sfere. Come se non bastasse. spunta fuori anche una principessa aliena.

Jeff Lau torna sul luogo del delitto, il palinsesto di storie e personaggi del Viaggio in Occidente di Wu Cheng’en che già diedero vita al dittico A Chinese Odyssey. Dal suo inesauribile cilindro delle contaminazioni estrae stavolta schegge di balletti bollywoodiani e ineffabili tute di Spiderman, battaglie in stile Star Wars e fusioni cyborg cameroniane, senza dimenticare il classico sberleffo a Wong Kar-wai (il segreto nella pietra di In the Mood for Love), il tutto a passo di carica, un’invenzione via l’altra senza respiro.
Lau – fedele in questo allo spirito dello sterminato romanzo cinese – concepisce il cinema come uno scombiccherato campo di possibilità, un rollercoaster metamorfico capace di passare in rassegna intere mitologie e frullare ere d’immaginario nel tempo concentrato di una gag o un combattimento. Nessuno (neanche lo Stephen Chiau più ispirato) ha avuto l’ardine di coniugare vette sublimi e derive demenziali con tale spregiudicata leggerezza, spingendo sul pedale della sperimentazione fino alla quasi indecifrabilità dei cambi di tono, giungendo sull’orlo del baratro eppure riuscendo (quasi) sempre a trovare un peculiare dis-equilibrio fatto di eroici sbracamenti e illuminazioni poetiche altissime. Allo stesso tempo, qui si riesce a superare a sinistra persino Tsui Hark nell’utilizzo creativo del digitale e nel tratteggio di un amor fou la cui forza blasfema arriva a sfidare le potenze celesti. Confezione scintillante (musiche di Joe Hisaishi, coreografie di Corey Yuen) per la frontiera estrema del surréalisme au cinéma.

Hong Kong, Cina, 2005
Regia: Jeff Lau
Soggetto / Sceneggiatura: Jeff Lau
Cast: Nicholas Tse, Charlene Choi, Fan Bing-bing, Wilson Chen, Kenny Kwan

Free Joomla templates by L.THEME