A Glamorous Christmas Night

Scritto da Valentina Verrocchio. Postato in FILM

A Glamorous Christmas NightDurante una recita parrocchiale Ah Lai, ragazza di borgata, viene notata da un impresario cinematografico che le offre un contratto. Anche Kong Ping, un suo amico d'infanzia e vicino di casa, trova lavoro, ma come impiegato, nella stessa compagnia cinematografica. Ah Lai incomincia a girare film e nell'arco di un anno diventa famosa. Ma quando il tuttofare del regista va da Kong Ping e gli offre dei soldi purché convinca Ah Lai a entrare in confidenza col figlio dell'impresario, le cose cambiano di colpo. Kong Ping s'infuria e lascia immediatamente il lavoro, facendosi promettere da Ah Lai che starà sempre attenta a fiutare raggiri e sotterfugi. Purtroppo però la mamma di Ah Lai, intrigante accanita giocatrice di mahjong sempre a corto di contanti, con un paio di regali di Natale e una manciata di banconote accetta di diventare parte di un inganno ignobile che ha luogo durante una festa: mentre al piano di sotto gli ospiti ballano e brindano, di sopra lei si finge preda di un malore, e quando la figlia sale a vedere cosa succede, trova il figlio dell'impresario che le offre un'aranciata drogata e nel momento in cui lei la sputa, la prende a schiaffi fino a farla svenire in modo da fare finalmente il comodo che più gli pare. Mentre tutto questo accade, Ah Lai è attesa in parrocchia per la consueta recita natalizia. Riuscirà Kong Ping a scusarla per il ritardo? Ah-Lei confesserà ciò che le è capitato o ci penserà qualcun'altro a farlo?
Prevedibile, ma lo stesso tremenda, la storia di A Glamorous Christmas Night, tragedia scandita dai cori del Natale cattolico e occidentale che porta in genere nel cinema di Hong Kong anni sessanta più nefandezze che gioie (lo sapeva bene Chor Yuen). Un misto tra commedia e dramma dai toni accesissimi: divertente Lui Kei che nella recita all'inizio del film fa sia la parte di Babbo Natale (saltellante, come il demone buono di un'Opera cantonese!) sia la parte del vecchio padre artritico e collerico (quanto quanto quanto di Lui kei c'è nei travestimenti di Leung Ka-fai, davvero!); artificiosamente teatrale ma a dire il vero proprio bella tutta la ricostruzione della balconata di borgata, con gli inquilini che passano e ripassano, la vita che brulica, il poliziotto che fa la ronda, e Connie Chan e Lui Kei che cinguettano e giocano; trucidi invece dettagli come la risata venale della mamma di Ah Lai, il risolino ghignante del figlio dell'impresario mentre si sbottona la camicia in preparazione allo stupro (l'attore che intepreta il ruolo del figlio dell'impresario non è nuovo a questo genere di cose; in The Sweetest Moment di Wong Yiu è il co-proprietario di un night e durante una festa cerca di violentare Connie Chan che però viene aiutata da Lui Kei mentre tutto finisce in rissa). Abbastanza impressionanti tutte le scene con Connie Chan in stato demente con la madre che la picchia. Lacrime e canzoni in A Glamorous Christmas Night abbondano e di conseguenza la scena è tutta di Connie Chan, paffuta e agguerrita. Lui Kei invece, sebbene fantastico durante tutta la prima mezz'ora, è tutto sommato discontinuo, un po'perché il copione spesso prevede intere e lunghe scene senza di lui, e un po' perché come personaggio non è che sia il massimo della simpatia (un uomo che fugge all'estero dopo aver ripudiato la propria ragazza sotto schock per la violenza subìta, e poi quando torna fa di tutto affinché lei riacquisti la memoria, perché non riesce a tollerare di non essere riconosciuto!). Il resto del cast è composto dai soliti (e bravi) caratteristi: Cheung Yee il viziato violento, Ko Lo-chuen il tuttofare subdolo, Lok Gung l'uomo vecchio e ricco, Ma Siu-ying la mamma trafficona e Lai Man quella invece buona e amabile (mamma saggia e comprensiva in veramente molti film, memorabile il suo ruolo di cameriera-madre segreta di Connie Chan in First Love, di Mok Hong-see). Ancora una volta ai limiti della sceneggiata, ma di sicuro appassionante, A Glamorous Christmas Night è una delle grandi produzioni della Chi Luen, ed è senza alcun dubbio un cimelio di tutto rispetto.

Hong Kong, 1967
Regia: Chan Wan
Soggetto / Sceneggiatura: Ding Chi
Cast: Connie Chan, Lui Kei, Ma Siu Ying, Ko Lo-chuen, Cheung Yee

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla SEF URLs by Artio