"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

Feel 100% II

Feel 100% IIFeel 100% II (titolo di lavorazione: Feel 200%) non è il secondo, bensì il terzo episodio tratto dal fortunato fumetto omonimo. A qualche anno di distanza dai predecessori Feel 100% e Feel 100%... Once More, rispettivamente 1996 e 1997, sono cambiate parecchie cose. Produce ancora Manfred Wong, orfano di Andrew Lau, ma affiancato dal promettente Alan Mak; dirige per la terza volta Joe Ma; ma il cast, a dispetto dei due precedenti episodi - dai quali rimane il solo Eric Kot, con il definitivo abbandono per raggiunti limiti d'età di Ekin Cheng e Sammi Cheng - è completamente rivoluzionato: fuori le vecchie stelle, dentro giovani emergenti come Eason Chan, Miriam Yeung, Joey Yung, Daniel Chan e l'esordiente Nicky Chow. Il confronto con il manga d'origine porta alla luce più diversità che punti di contatto, ma rispetto alle due sceneggiature precedenti, da cui è totalmente indipendente, Joe Ma e Sunny Chan tengono a riportare i personaggi in un contesto più immaturo. A metà strada tra mélo e commedia corale, con un occhio alle vecchie farse chasing girls e l'altro ai moderni drammi romantici per adulti (come Fighting for Love o Needing You...).
Jerry e Hau Lok, grandi amici cresciuti insieme, sono alla prese con gli ordinari problemi dell'amore. Il primo è combattuto tra la sorella dell'amico, caotica e simile a lui per carattere, e una bella e geniale professoressa; il secondo invece deve penare per conquistare una cameriera volubile che non sa scegliere tra il nuovo e il vecchio fidanzato. La pellicola soffre di alcuni momenti di stanca, soprattutto quando deve raccordare i punti morti delle due storie parallele, ma nel momento in cui si affida al lucido istrionismo dei suoi giovani attori - soprattutto Eason Chan e la scatenata Miriam Yeung - risulta scorrevole e divertente. Joe Ma preferisce concentrarsi sulle espressioni e sul linguaggio del corpo dei suoi personaggi piuttosto che esagerare con virtuosismi tecnici che in un simile contesto sarebbero privi di fondamento. Tanto è leggera la sua mano che la chiusura è appena accennata (rimedia il dvd con uno strano finale alternativo), ma bastano i duetti a garantire sorrisi e simpatia. Tra le ultime commedie del regista questa è la meno ambiziosa ma per assurdo la più concreta e universale. Il regista ha dalla sua semplicità e capacità di sintesi invidiabili, che permettono alla sua regia aggiornata di svolazzare tra video-clip musicali, momenti surreali, citazioni multimediali e dichiarazioni d'amore improvvisate.

Hong Kong, 2001
Regia: Joe Ma
Soggetto / Sceneggiatura: Joe Ma, Sunny Chan
Cast: Eason Chan, Daniel Chan, Nicky Chow, Miriam Yeung, Joey Yung

Free Joomla templates by L.THEME