"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

First Love Unlimited

First Love UnlimitedFirst Love Unlimited ha tutte le caratteristiche del classico. Diretto da Joe Ma, sintetizza alla perfezione il concetto di melodramma. Se solo non fosse stato girato con diverse decadi di ritardo: non si va oltre la solita trasposizione della madre di tutte le storie d'amore. Due giovani studenti, alle soglie della maturità, si innamorano noncuranti della profonda distinzione sociale tra le rispettive famiglie. La madre di lei, ricca e divorziata, si oppone al legame, e preferirebbe vedere la figlia frequentare gente di pari livello (il distinto Chris, per esempio). Il padre di lui, onesto, vedovo e fin troppo ingenuo, supporta il figlio, che in fondo è un bravo ragazzo, aiutandolo a ingannare la donna altoborghese. Poi il meccanismo si inceppa e i fidanzatini si separano, salvo ritrovarsi dopo aver superato le incomprensioni del caso.
Tecnicamente ineccepibile, First Love Unlimited è assolutamente prevedibile. Un'occasione sprecata, nonostante una certa personalità e la possibilità offerta ai caratteristi di emergere alla distanza, con un lavoro di gruppo encomiabile. Meglio Ricky Hui, padre comprensivo, Wyman Wong, fuori controllo, o lo spocchioso Stephen Fung, rampollo inopportuno, di Gigi Leung e Daniel Chan, fisicamente perfetti, entrambi poco espressivi, dalla chimica pressoché nulla. Forse perché sono fin troppo simili d'aspetto e finiscono addirittura per confondersi. Ancora una volta il pubblico dimostra di gradire la possibilità di vedere le sue (pop)star preferite flirtare innocentemente e cantare a turno il proprio spleen amoroso: incassi alla mano, First Love Unlimited non è stato un cattivo affare per il produttore Shu Kei. Ma da Joe Ma - e dal suo braccio destro Matt Chow, co-sceneggiatore -, uno si aspetterebbe qualche idea originale, qualche zampata interessante, maggior brio. Un po' di ironia, qualche gag felice e tanti movimenti di macchina ben calibrati non cancellano la delusione al cospetto di uno degli emergenti più promettenti del cinema moderno di Hong Kong.

Hong Kong, 1997
Regia: Joe Ma
Soggetto / Sceneggiatura: Joe Ma, Matt Chow
Cast: Daniel Chan, Gigi Leung, Ricky Hui, Wyman Wong, Joyce Chan

Free Joomla templates by L.THEME