"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

Law with Two Phases

Law with Two PhasesOrdinarie storie di polizia: un novellino in attesa di promozione viene spedito nell'inferno dei bassifondi, dove un esperto e rozzo funzionario gli insegna il mestiere. Ci scappano storie di droga, morti accidentali e indagini non autorizzate, in un confronto serrato ricco di colpi di scena e di sequenze pericolose. Law with Two Phases potrebbe essere il solito poliziesco con Danny Lee nel ruolo del poliziotto tutto d'un pezzo, se la regia dello stesso Danny Lee non smentisse l'immagine da poliziesco con Danny Lee protagonista nel ruolo del poliziotto tutto d'un pezzo. Niente di nuovo, niente di trascendentale, ma un'idea di base interessante: la tensione nervosa deriva dal continuo mediare di Chief B, tutore dell'ordine cresciuto tra la sporcizia umana, non sempre intransigente con i suoi ex compagni di merende (tra cui un ambiguo spacciatore e un tossico incastrato in un brutto pasticcio). Lee guadagna consensi, nomination (per la miglior regia) e un Hong Kong Film Award come miglior interprete.
Direzione competente per tempi di reazione (tranne un paio di rallentamenti è tutto molto lineare) e uso degli spazi urbani (l'inseguimento sui tetti; le location povere), asciutta come il suo protagonista, il suo background di periferia e le sue motivazioni schiette. Stemperando le velleità della New Wave con la spettacolarità del poliziottesco italiano, si arriva a un'ipotesi (i poliziotti sono troppo violenti, sparano alla prima occasione e maltrattano la gente comune), che lo svolgimento (in effetti i funzionari pubblici abusano del loro potere, anche se a fin di bene) e la conclusione (in fondo i poliziotti sono poveri cristi, rischiano la vita per due lire e hanno una coscienza morale) limano quanto basta per renderci simpatiche le forze dell'ordine. Personaggi meno marginali il drogato Shing e il boss Blacky, interpretato da un giovanissimo Parkman Wong, attore e regista sempre al fianco di Lee quando serve.
Hong Kong, 1984
Regia: Danny Lee
Soggetto / Sceneggiatura: Danny Lee
Cast: Danny Lee, Ngai Dik, Parkman Wong, Tai Bo, Wong Ang Man

Free Joomla templates by L.THEME