"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

Marriage with a Fool

Marriage with a FoolDue neo-sposini entrano subito in crisi: lui mente a lei con troppa disinvoltura, lasciando che le incomprensioni prendano il largo e minino le basi della loro convivenza. La prematura separazione è dietro l'angolo, complice una matura vecchia fiamma che ritorna dal passato a tormentare il maritino. Trionferà l'amore?

Ye Nianchen sfrutta l'appeal di Alex Fong, ex nuotatore col portamento da modello per adolescenti, in coppia con Stephy Tang. I due funzionano talmente bene insieme che la stessa situazione, con poche variazioni caso per caso, sarà replicata più volte dallo stesso Ye, conoscio del potenziale in termini di fatturato del duo d'oro. Marriage with a Fool prevede solo i loro duetti come piatto principale: la sceneggiatura è un canovaccio poco originale sui sacrifici da fare in amore e sui compromessi della vita coniugale. Quando devia sui pericoli dell'adulterio e su come il tradimento possa ipoteticamente solleticare anche il più innamorato degli amanti la storia perde mordente e si abbandona a dialoghi telefonati.
La regia è al contrario estremamente curata, sempre in grado di maneggiare e rivalutare il (poco) materiale a disposizione: piani sequenza, rallenti, dialettiche campo-controcampo sono spese con arguzia per sottolineare ogni sequenza e dettagliarne il valore emotivo nell'economia della trama. Giocano un ruolo ugualmente importante montaggio e colonna sonora, con i due divi a dividersi la scena canora cinguettando la propria infelicità sentimentale. Costato poco o niente è un ottimo esempio di riduzione del budget senza rinunciare alle ambizioni da classifica, ripagate al box office dai tanti fan dei due protagonisti. Prodotto estemporaneo, costruito su misura della singola stagione cinematografia, è una commedia romantica usa e getta, da vedere, assaporare (non necessariamente in profondità) e poi accantonare, un po' solleticati e divertiti, in un mare magnum di pellicole molto, troppo simili. Quanto meno può vantare un finale cattivo che si apre agli interrogativi del pubblico con malizia.

Hong Kong, 2006
Regia: Ye Nianchen
Soggetto / Sceneggiatura: Ye Nianchen
Cast: Alex Fong Lik-sun, Stephy Tang, Pace Wu, Sasha Hou, Leila Tong

Free Joomla templates by L.THEME