"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

Master Q 2001

Master Q 2001Il gap tecnologico tra Hong Kong e Stati Uniti è quasi colmato: stupisce però come al miglioramente tecnico si sia giunti perdendo, in un rapporto inversamente proporzionale, la qualità della narrazione. Il che è molto grave. Master Q 2001 testimonia un'atrofia creativa che non riesce a concepire una trama degna di questo nome in un prodotto mainstream dietro il quale si cela uno sforzo produttivo di grande importanza. E dietro alla cui realizzazione stanno due cervelli pensanti di tutto rispetto, quelli di Tsui Hark e di Herman Yau, in vacanza dalla qualità.
Abbandonati dal loro creatore che manifesta la sua volontà di ritirarsi in montagna a pescare e rimasti senza lavoro, i cartoons cercano di farsi assumere come insegnanti in una scuola, dove lavora la bella Mandy Cheung. La ragazza è fidanzata con un poliziotto tutto d'un pezzo, Fred, ma un bel giorno la coppia rimane vittima di un incidente, ed entrambi perdono la memoria. Mal consigliato da un indovino, un padrino delle triadi decide di approfittare dall'amnesia per prendere sotto la sua ala protettiva Fred, facendogli credere di essere un aspirante criminale; la madre di Mandy, politica in carriera, sfrutta invece lo stato della figlia per costringerla a firmare un contratto matrimoniale vantaggioso.
Basato su un fumetto popolare sin dagli anni sessanta, invenzione di Alphonso Wong,  propone tre personaggi animati in un contesto live action, con un procedimento che è simile a quello utilizzato per alcuni vecchi film targati Disney o per il celebre Chi ha incastrato Roger Rabbit?: solo che non si ride, non ci si emoziona, non ci si diverte e non ci si immedesima nella storia. Il lato mélo è ridotto all'osso, la parodia delle triadi è grossolana, la comicità inconsistente, l'umorismo spicciolo. Non stupiamoci allore se gli attori, un cast sulla carta ben assortito, rende la metà di quello che potrebbe, lasciando la scena ai poco simpatici amici digitalizzati. Critica e pubblico, divisi in due tronconi, hanno prima premiato lo sforzo per poi relegarlo nel dimenticatoio.

Hong Kong, 2001
Regia: Herman Yau
Soggetto / Sceneggiatura: Herman Yau
Cast: Cecilia Cheung, Nicholas Tse, Chan Wai Man, Joe Junior, Alphonso Wong

Free Joomla templates by L.THEME