"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

Naraka 19

Naraka 19Con Naraka 19 la regista Carol Lai, un tempo festivaliera convinta, conferma l'abbandono delle velleità d'autrice per tornare, con passo commerciale, alle ambizioni di box office dell'horror giovanile dopo The Third Eye, del 2006. Si affida al volto spettrale di Gillian Chung, cui dona un'aura da scream queen e che maltratta brutalmente durante lo svolgersi della storia, scritta a quattro mani con lo sceneggiatore preferito di Andrew Lau.

Lo spettacolo è fantasioso, morboso e spesso violento; ma c'è un forte squilibrio tra il surrealismo dell'assunto visionario e le necessità di concretezza tipiche del teen horror.
Quattro amiche si trasferiscono in un college in un paesino indefinito in provincia, per scoprire che nella loro stanza viveva un artista tormentato, forse suicida. Ad una ad una le ragazze si ritrovano controvoglia immischiate in un gioco online tramite cellulare che le trasporta in un arcade a livelli attraverso i gironi infernali. Il premio per chi vince è la sopravvivenza.
L'ibrido che consegue a una trama così tanto sopra le righe - ma la fonte originale è un romanzo di successo - è a tratti spiazzante: a scene visivamente audaci, indovinate, che riportano alla mente le sperimentazioni con la grafica digitale di Re-Cycle dei fratelli Pang, di cui il film recupera anche un'atmosfera fortemente mistica, si susseguono brutti cloni del tipico fanta-horror giapponese a base di fantasmi e suggestioni oniriche.
Carol Lai indugia male nella distribuzione della tensione e fallisce quando vuole a tutti i costi moralizzare il finale, che senza le troppe spiegazioni metafisiche potrebbe soddisfare maggiormente il pubblico in cerca di brividi alternativi. Gli interpreti scompaiono, man mano che la storia prosegue, nei fondali zeppi di computer grafica e l'effetto sorpresa svanisce poco dopo aver sorpassato la metà, lasciando spazio prima alla fiducia nelle possibili svolte di un plot solo all'inizio originale e poi al déjà-vu, quindi alla delusione.

Hong Kong, 2007
Regia: Carol Lai
Soggetto / Sceneggiatura: Carol Lai, Thirteen Chan
Cast: Gillian Chung, Shaun Tam, Patrick Tam, Jones Xu, Maggie Li

Free Joomla templates by L.THEME