"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

Paramount Motel

Paramount Motel Paramount Motel è un onesto esempio di derivazionismo. La solidità di un thriller commerciale sottovalutato è il frutto di un soggetto abilmente mutuato da tanti prodotti simili, americani e non, e di una sceneggiatura priva di fronzoli ma compatta, ad opera dello stesso protagonista Simon Loui. Regia schematica e recitazione essenziale: Billy Chung è un mestierante, autore senza troppe pretese, e scorrendo i componenti del cast non si notano nomi di spicco, eccezion fatta per Ti Lung. La bravura del regista è nel saper dosare le forze a disposizione: quelle economiche sono scarse - le scene in interni sono ridotte all'osso -; quelle umane permettono maggiori frivolezze: a disposizione, oltre agli attori già citati, ci sono Ada Choi, Pinky Cheung, Wayne Lai, Pauline Chan, Samuel Leung, Fennie Yuen, Cheung Tat-ming e Jason Chu.
Si procede per assunti, la trama svela poco per volta le sue carte, lasciando aperte tutte le piste possibili. Il detective Pang deve scoprire l'assassino di una prostituta, Wyman, uccisa brutalmente in un motel subito dopo un incontro di lavoro. Nessuno ha visto niente e nessuno può fornire dettagli sui fatti accaduti: occorre innanzitutto ricostruire la vita della vittima e le sue frequentazioni. Emergono molti lati oscuri, e diversi moventi, tutti plausibili. Il film parte come il più classico dei noir, ma non abbandona la brutalità e l'azione del poliziesco di strada, riuscendo a dividersi tra le due ipotesi e percorrendole entrambe con sufficiente coerenza. Le inevitabili imperfezioni rendono più amabili le atmosfere sottotono che una fotografia tendente ai colori freddi (il nero, ovviamente, e il blu) esalta, congelandole. Il colpo di scena finale è assestato con intelligenza, non mancano le situazioni al limite e i personaggi funzionano. Un po' noir, un po' thriller all'occidentale, Paramount Motel potrebbe soddisfare chi dalle attuali produzioni mainstream vorrebbe maggiore lucidità in fase di scrittura invece di grandi budget spesi unicamente per accaparrarsi gli attori del momento.

Hong Kong, 2000
Regia: Billy Chung
Soggetto / Sceneggiatura: Simon Loui
Cast: Simon Loui, Wayne Lai, Pinky Cheung, Ti Lung, Ada Choi

Free Joomla templates by L.THEME