"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

Romance of a Teenage Girl

Romance of a Teenage GirlYuk Han, una giovane occhialuta reporter, è incaricata di intervistare e investigare su uno scandalo che coinvolge Cheung Kar-fei, studente universitario piuttosto indigente impiegato al circuito di Happy Valley. Il ragazzo deve dei soldi al circuito per essersi incautamente fidato di un boss triadoso, e quando entra in contatto con Yuk Han rifiuta di farsi intervistare, perché non vuole che la stampa speculi sulla sua disavventura. Yuk Han, avendo sorpreso Kar-fei in ciò che le è sembrato racimolare soldi dagli studenti della scuola serale presso la quale presta servizio, scrive lo stesso un articolo, biasimandolo e fraintendendolo. La scuola serale minaccia di licenziare il ragazzo, ma Cheung Lap Yun, altro studente con una malattia al fegato, chiarisce tutto spiegando al giornale che Kar-fei stava raccogliendo denaro per la sua operazione. Yuk Han e Kar-fei fanno amicizia e nel trascorrere molto tempo insieme (dapprima rubando, per gioco, in un grande magazzino, come in una scena famosa di Colazione da Tiffany, poi visitando il night club dell'amica di lei, Law Lan), si scopre che Yuk Han è anche una discreta ballerina, che però sa molto bene quanto l'arte non paghi. E, a proposito di buoni intenti che non rendono, Kar-fei deve sempre pagare quella famosa somma per colpa del boss triadoso, e allora Yuk Han decide di travestirsi da ragazzina impossibile che ha bisogno di lezioni private, in modo da dare a Kar-fei un'occasione per guadagnare soldi extra senza che lui si senta in imbarazzo, e per pagarlo balla ogni sera nel night club. Purtroppo tutto va storto, perché Kar-fei ha un lutto in famiglia, lutto che avrebbe potuto essere evitato se il personale dell'ospedale pubblico fosse stato tempestivo. Kar-fei allora decide che è tempo di guadagnare soldi senza badare a quanto sporchi o puliti essi siano, e si mette al servizio del boss triadoso. Solo che quello che lui chiede è un po' troppo, Kar-fei non è capace di fare il trafficante di droga e di conseguenza vorrebbe disdire l'accordo. Il boss però rapisce i suoi due fratellino e sorellina. Tutti si allarmano, ma le cose stanno per svoltare per il verso giusto...
Complicata e inverosimile la trama di questo film, come spesso nelle sceneggiature e regie di Chan Wan, che qui può dar sfogo a tutta la sua passione per Josephine Siao (fantasticamente versatile, e, proprio con questo ruolo, sdoganata finalmente dai ruoli da enfant prodige del cinema wuxia al femminile) e assecondare una tendenza dell'epoca per i doppi (e anche i tripli) femminili. Essenzialmente commedia (bravissimo il caratterista Cheung Kwan Min, dinoccolato e sciocco come in una comica muta), ma anche un po' dramma (il pianto disperato di Josephine Siao a casa di Wu Fung) e perfino musical (una goduria per gli occhi il sogno di Kar-fei con tutte e tre le versioni sublimate di Josephine Siao, pantera, cowboyessa e principessa triste!), Romance of a Teenage Girl trabocca di trovate e fa in modo che tutti i personaggi si diano da fare in modo eccellente. Wu Fung è un ragazzo convinto di essere tutto d'un pezzo e incorruttibile, ma nasconde una profonda confusione, insicurezza, e anche un grande complesso d'inferiorità per il suo status sociale di povero. Abita, niente po'po'di meno che in una casetta scalcinata in un quartiere molto popolare, via di mezzo egregia tra le atmosfere di The House of 72 Tenants e quella casetta rurale, mondo di sogno, che sembra comparire prima o poi in quasi tutti i film di Chor Yuen di cui Chan Wan ha dichiaramente sempre inseguito la qualità, studiandoli, e tentando di eguagliarne gli eleganti esiti (con risultati a volte decisamente confusionari. Certo comunque Romance of a Teenage Girl è uno dei suoi simil-Chor Yuen più convincenti. Intervistato in proposito, Chan Wan ha dichiarato di aver sempre avuto problemi finanziari sui set, problemi che Chor Yuen pare non avesse in quanto figlio dell'attore Cheung Wood-yau e per questo più introdotto negli ambienti cinematografici e molto meglio pagato e rispettato...). La teenage girl del titolo è una ragazza ricca, ma sono i riferimenti al mondo dei poveri a fare la personalità drammatica di questo film: oltre alla già citata casetta, per esempio, c'è il ruolo di denuncia dell'incuria ospedaliera attraverso la morte di un parente nel bel mezzo dei caos frivoli tra i triangoli sentimentali dei giovani; l'ospedale è luogo sdegnoso in cui le infermiere sono odiose e i medici non si muovono che per soldi e pubblicità, sfoggiando un'arroganza disgustosa. Completamente macchiettistico e stilizzato l'intervento della polizia (con una scena che ne ricorda una molto simile in The Black Rose, sempre per rimanere in tema di somiglianze con il cinema di Chor Yuen...). Con un finale rivelatore in perfetto stile teatrale, con saluti e inchini, riappacificazioni e risate, Romance of a Teenage Girl, ammaliante e scombinato è sicuramente tutto da riscoprire.

Hong Kong, 1966
Regia: Chan Wan
Soggetto / Sceneggiatura: Ngai Man
Cast: Josephine Siao, Wu Fung, Helena Law, Lee Pang-fei, Cheung Kwun-min

Free Joomla templates by L.THEME