"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

The Diary of a Big Man

The Diary of a Big ManAh Fat, casanova occhialuto, ha commesso un terribile errore, sposando entrambe le donne di cui si è innamorato. Nel tentativo di nascondere la propria doppia vita, costantemente aiutato dal malcapitato amico Chi Hung, Ah Fat, grande mentitore, inventa scuse e storie sempre più improbabili, finché, per un puro caso del destino, le due donne si conoscono e diventano amiche. Complice un ispettore di polizia ficcanaso, il gioco si fa davvero duro e tenere in piedi la finzione diventa impresa titanica anche per un grand'uomo capace di tutto.
Chor Yuen, grande veterano del cinema cantonese, torna sui suoi passi richiamando un suo precedente lavoro, Diary of Chauvinistic Husband (il titolo cinese è lo stesso), e esasperandone la sostanza comica. The Diary of a Big Man è una esilarante, sfrenata commedia degli equivoci, sofisticata e al tempo stesso scurrile, con Chow Yun Fat mattatore assoluto. Diretto da Chor, che ha la giusta mentalità per dare spazio e far scatenare l'impeto comico dell'attore, Chow non si risparmia, proprio come Peter Sellers nei film di Blake Edwards: si agista, improvvisa, straparla e domina le situazioni con un piglio autoritariamente demenziale, anticipando nettamente il moleitau di Stephen Chiau. I complici dello scherzo - le due bellone Sally Yeh e Joey Wong, una Carrie Ng imbruttita e soprattutto un Waise Lee ammirevole, lontano anni luce dal suo solito look da cattivo - sanno il fatto loro, i tecnici pure (ottimi fotografia, montaggio e colonna sonora), ma il tocco di classe che garantisce la superiorità del prodotto (altrimenti) medio è dovuto alla sceneggiatura spudorata, genialmente a incastri (dialoghi cesellati alla perfezione), volutamente scricchiolante, e alle idee della regia, fantasiosa (Chow Yun Fat che prima parla in diretta al pubblico e poi si autocritica per l'ennesimo premio ricevuto), impulsiva (le scene parodiche, gli stacchi bruschi), intrusiva (il videoclip canoro che sbuca fuori dal nulla), ironica e a tratti addirittura surreale.

Hong Kong, 1988
Regia: Chor Yuen
Soggetto / Sceneggiatura: Philip Cheng, Ng Man Fai
Cast: Chow Yun Fat, Joey Wong, Sally Yeh, Waise Lee, Carrie Ng

Free Joomla templates by L.THEME