"You can leave Hong Kong, but it will never leave you."

The Professionals

The ProfessionalsPresi nella morsa di due gang rivali, sulle tracce di una valigetta piena di diamanti, due professionisti, a metà tra il bene e il male, si sfidano a ripetizione, cercando di ingannarsi e di guadagnare terreno l'uno nei confronti dell'altro. The Professionals di Chan Man sarebbe poca cosa senza i duetti tra Josephine Siao e Patrick Tse, che si tengono vicendevolmente testa con istrionismo, partner cinematografici che sembrano nati e cresciuti, su schermo, in vista del fatidico confronto diretto. Fatica piuttosto a star dietro ai suoi protagonisti in splendida forma la regia statica di Chan, che risente dell'indecisione tra le atmosfere maledette da noir pop giapponese - à la Suzuki Seijun, paragone molto azzardato - e la libertà giovanile di Josephine che si scatena, canta, balla e spara con lo stesso entusiasmo.
Ne viene fuori un quasi polar, dai toni densi, cupi, un mix di spy mystery stile R.K.O., hitchockismi orientalizzati e thriller di maniera. Con in più un certo feeling sociologico nel tratteggiare le pre-triadi criminali come entità negative che contrabbandano gioielli e indossano la maschera del sindacato malavitoso con le stesse tendenze massoniche dello spionaggio politico. Plot, orchestrato con pari dignità da Sze-to On, la cui classe non emerge come di consueto, e Sit Hau, confuso eppure efficace; scenografie spartane, teatrali, all'osso; musica trascinante che appare e scompare; coreografie d'azione concrete e incalzanti, con gli artefici Liu Chia Liang e Tong Gai che si prestano come guest star. Tutto contribuisce, insieme al savoir faire del carismatico Patrick Tse e allo charme contagioso della sbarazzina Josephine Siao, a fare di The Professionals un poliziesco labirintico, con una serie limitata di (non) luoghi comuni ritornanti da esplorare mano a mano che il giallo si dipana e lascia posto ad un realismo nero che non stride con leggerezza generazionale e cenni di gioventù sull'orlo della combustione.

Hong Kong, 1967
Regia: Chan Man
Soggetto / Sceneggiatura: Sze-to On, Sit Hau
Cast: Patrick Tse, Josephine Siao, Chui Mei Wa, Lee Pang-fei, Wong Hang

Free Joomla templates by L.THEME