The Romance of Book and Sword / Princess Fragrance

Scritto da Matteo Di Giulio. Postato in FILM

The Romance of Book and SwordNella sua prima, e finora unica, incursione nel dramma storico in costume, Ann Hui decide di adattare per il grande schermo il romanzo The Legend of the Book and Sword, debutto letterario del famoso novelliere Jin Yong (Louis Cha). Nonostante la fonte, siamo molto lontani dalle avventurose atmosfere tipiche del wuxiapian: i protagonisti sono gli stessi - i ribelli della setta del Fiore Rosso contro l'imperatore -, ma filtrati attraverso toni molto rarefatti, combattimenti contenuti e scenografie filologicamente accurate. Spogliato di ogni spettacolarità, il dittico (del tutto inscindibile: la seconda pellicola prevede la prima e ricominica esattamente da dove questa si era interrotta) è un'incursione nel passato visto con occhio realista. Le uniche concessioni a forma e stile, segno dei trascorsi della regista come assistente di King Hu, sono le ellittiche coreografie dei duelli, maestosamente messi in scena, con grande eleganza ma al tempo stesso con semplicità, sfruttando a dovere tempi e spazi a disposizione.
The Romance of Book and Sword e Princess Fragrance sono un inno alla coralità nazionale, non la solita storia di cavalieri, dame e eroiche imprese impossibili. Intensa e autoriale - spartana a partire dalle location desertiche e dai volti poco noti degli attori, ma né povera né rozza -, la doppia opera rappresenta un'epica dissertazione morale che approfondisce l'argomento senza saccenza e con la stessa Princess Fragrancespontaneità appassiona indistintamente l'intero popolo cinese (anticipando in qualche modo, tematicamente e produttivamente, le future collaborazione tra Hong Kong e madrepatria). La seconda pellicola, più romantica e cupa, sembra meno incisiva dell'apripista e probabilmente risente degli strappi logico-temporali necessari a coprire senza sproloquiare un periodo tanto vasto. Ma al tempo stesso propone temi nuovi di confronto: il misticismo inter-religioso trans-nazionale; un populismo pessimista; la parentesi nella città morta, (ri)vissuta nei ricordi di una leggenda locale ritornante e sentimentalmente attualizzata alle esigenza della narrazione. Coronate visivamente dalle splendide panoramiche sabbiose, dai fieri cipigli dei combattenti sempre messi a dura prova, le due pellicole costituiscono una rappresentazione fedele e veritiera di fatti di comprovata importanza, sostanzialmente una delle poche possibili alternative al solito alternarsi, in ambito cappa e spada, di cavalieri e wire work, di sangue e scuole marziali a confronto.

The Romance of Book and Sword
Hong Kong, Cina, 1987
Regia: Ann Hui
Soggetto / Sceneggiatura: Chun Sai Sam
Cast: Cheung Doh Fook, Yuen Sik Seung, Lau Gai, Suen San Hei, Gwok Bik Chuen

Princess Fragrance
Hong Kong, Cina, 1987
Regia: Ann Hui
Soggetto / Sceneggiatura: Chun Sai Sam
Cast: Cheung Doh Fook, Dat Sik Seung, Ngai Lok, Lau Gai, Gwok Hok Chuen

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla SEF URLs by Artio