United We Stand, and Swim

Scritto da Matteo Di Giulio. Postato in FILM

United We Stand, and SwimSolita storia di rivincite e di nati perdenti che vogliono rifarsi, United We Stand, and Swim sposta frizzi e lazzi nell'acqua dolce di una piscina dove un gruppo di imbranati, guidati da un istruttore anche peggio in arnese, cerca di imparare a nuotare. Ognuno ha un motivo - chi un incarico di lavoro, chi il desiderio di cancellare un'onta, chi una necessità pre-vacanziera -, ognuno lotterà strenuamente. Specie se nasce subito un confronto improbabile con quattro nuotatori, provetti in acqua, bulletti e prepotenti fuori.
Commedia stiracchiata prodotta da Joe Ma e resa guardabile solo dal grande talento di Matt Chow, capace di costruire qualcosa dal nulla assoluto: niente soldi, niente location (una piscina e una spiaggia), pochi attori di terzo piano (compresa una bambola gonfiabile). La sceneggiatura di Ma, Chow e Felix Chong è di routine, meno usuale il senso della misura con cui il regista nobilita volti e situazioni disperati. Tanto che alla fine ci si appassiona a una vicenda di cui si può ampiamente prevedere l'andamento, ci si commuove per le sentite deviazione mélo e si ride per gag già viste ma comunque ben piazzate nel contesto (il rapporto delicato madre-figlio; il risvolto sentimentale-amoroso; il rapporto padre mafioso-figlio che vorrebbe convincerlo a rigare dritto). Temi non banali - il lato quotidiano della crisi economica, tra imprenditori improvvisati e truffaldini e speculazioni in borsa azzardate - mischiati a colpi di genio resi possibili solo dalla stima di cui Chow gode nell'ambiente - Wilson Yip si presta a impersonare se stesso e esplica un curioso soggetto per un prossimo film - e dal suo tatto nel gestire una situazione ai limiti dell'impossibile.

Hong Kong, 2001
Regia: Matt Chow
Soggetto / Sceneggiatura: Felix Chong, Joe Ma, Matt Chow
Cast: Sammy Leung, Wyman Wong, Anthony Wong, Joe Lee, Pace Wu

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla SEF URLs by Artio